Esame di Stato di Psicologia 2022

Libri

Libri per l’Esame di Stato di Psicologia

Perché iniziare dal Quaderno di Preparazione?

NOTA DEL 30/07: APPENA POSSIBILE AGGIORNERO’  LA PAGINA E IL QUADERNO!

LE RIFLESSIONI RESTANO COMUNQUE VALIDE, SOPRATTUTTO PER ALCUNE SEDI!

Il 25 luglio è iniziata la sessione, e alcune commissioni hanno mantenuto la distinzione per prove, come ipotizzavo da tempo

 

PREMESSA

La raccolta di materiale rappresenta una delle maggiori criticità dell’Esame di Stato di Psicologia: se si avessero delle indicazioni precise sui libri da studiare si potrebbe cominciare senza troppe difficoltà! 

Ma data la mancanza di testi ufficiali a cui fare riferimento è necessario reperire i contenuti da più fonti.

Questo manuale è pensato proprio per aiutarti a fare ordine e a organizzarti con lo studio!

Troverai le informazioni fondamentali di cui hai bisogno per capire l’impostazione dell’esame e per iniziare a prepararti! 

Questa ricerca ti farebbe altrimenti perdere un sacco di tempo e di energie che invece è meglio che conservi per studiare!

  • Perché iniziare a prepararsi dal Quaderno? 🧐

Beh, semplicemente perché è fatto apposta per questo! 😎 
Tra voci di corridoio e materiali disorganizzati i nuovi candidati non sanno mai da dove cominciare! 🤯

Il Quaderno è stato ideato considerando tutte queste problematiche: a partire dalle informazioni più generali sull’Esame di Stato, ti guiderà in un percorso che adatterai alle tue esperienze!

IN ALTRE PAROLE, PRIMA DI INIZIARE A STUDIARE È IMPORTANTE CAPIRE COSA C’È DA PREPARARE!

 

  • Come si usa?

Ti suggerisco quindi di leggere il Quaderno prima di tutto il resto, così ti fisserai bene in mente le cose a cui prestare attenzione; poi leggerai gli altri materiali che avrai a disposizione; infine potrai compilarlo con i contenuti che deciderai di portare all’esame!

 

  • In cosa si differenzia dagli altri materiali?

Ormai si possono trovare un sacco di manuali, e non aveva senso riproporre quello che già esisteva..

Il Quaderno è diverso perché propone una guida per capire come affrontare l’esame! Ti aiuterà ad individuare quali sono i possibili argomenti e a tenere traccia di quello che studierai, per crearti il tuo percorso in maniera personalizzata!  

Vedilo come una grande check-list di tutto l’esame!

 

  • Cosa mi può dare in più?

In poche parole, il Quaderno ti permetterà di districarti tra tutte quelle informazioni! Una buona metacognizione dell’esame e la capacità di “saltare” tra un argomento e l’altro sono quanto mai importanti in modalità orale!  Con la nuova normativa, poi, è fondamentale saper dimostrare senso critico e consapevolezza del proprio percorso! Il Quaderno ti aiuterà anche in questo. In particolare, sarà indispensabile per chi utilizzerà i classici libri di testo, che non sono assolutamente impostati per la preparazione dell’esame.

 

  • Perché in copertina c’è scritto “Le basi essenziali”?

Nonostante siano cambiate un po’ di cose, all’esame ci saranno sempre degli elementi ricorrenti che corrispondono agli aspetti imprenscindibili della professione!

Per capire meglio cosa intendo puoi leggere le riflessioni nella pagina sugli aggiornamenti 2022 e nella premessa

Riguardo al tirocinio troverai i punti fondamentali da considerare nel discorso. 

 

  • Serve anche con la nuova normativa?

Si collega al punto sopra. In copertina c’era scritto “versione temporanea” perché non era ancora stata applicata la nuova normativa. Ora è stata confermata e sono usciti i decreti attuativi, ma questi non spiegano come le singole commissioni imposteranno la prova: il Quaderno vi potrà quindi servire per immaginare come potrebbe svolgersi!

 

  • È utile anche se l’esame è in forma orale?

Certo! E probabilmente anche di più! Innanzitutto, è l’unico a spiegare come funziona la modalità telematica! E poi, vista tutta la confusione che circola, è importante sapersi focalizzare sugli aspetti essenziali dell’esame, sia perché ti aiuteranno a fare ordine durante la preparazione, sia perché le domande dei commissari ruoteranno comunque attorno ad essi!

 

  • E perché dovrei leggerlo PRIMA delle altre cose?

Vien da sé che, per quanto detto sopra, è molto più conveniente partire dal Quaderno!

Potrai così interiorizzare una struttura mentale che sarà la base della tua futura preparazione!

 

  • Devo integrarlo con altro?

Sì, ma come qualsiasi altro materiale: non esiste ancora nulla di completamente esaustivo, e mai esisterà!

Per questo ho ritenuto fosse più utile presentare un manuale che fosse esplicitamente da integrare, rendendo tale caratteristica proprio il suo punto di forza!

 

  • Dove lo trovo?

Sarà disponibile solo su Amazon. L’ultima edizione è solo quella con la copertina VERDE!

 

  • Perché NON dovrei prenderlo?

Se sei una persona pigra 🙄  ti avviso che non fa per te!

Il Quaderno ti darà tante indicazioni, e sarà il punto di partenza del tuo percorso di preparazione, ma poi il resto del lavoro lo dovrai fare tu: è pensato apposta per stimolare la ricerca dei propri contenuti e la riflessione personale!

 

Ricapitolando…

 

  • Devi ancora laurearti?

Beh, allora forse ora è un po’ presto per pensare all’Esame di Stato di Psicologia e per ora il Quaderno non ti serve! 😁 A meno che tu non voglia farti già un’idea di quello che ti potrebbe aspettare, che non sarebbe neanche una cattiva idea. Infatti, ti potrebbe aiutare a capire l’importanza del tirocinio, ed eventualmente a sceglierlo con più attenzione.

 

  • Stai svolgendo il tirocinio post laurea?

Allora si sta avvicinando il momento di affrontare l’Esame di Stato! Se vuoi giocare d’anticipo, con il Quaderno avrai in breve tempo una panoramica di cosa c’è da sapere. Inoltre, troverai anche suggerimenti su cosa è importante considerare del tirocinio, per svolgerlo con più consapevolezza.

 

  • Hai finito il tirocinio, magari qualche anno fa, e hai deciso che vuoi tentare il fatidico passo dell’Esame di Stato?

Ottimo, il Quaderno fa proprio al caso tuo! 🥳 Probabilmente, essendo passato un po’ di tempo, avrai cominciato a dimenticare le cose studiate: il Quaderno ti accompagnerà nel “rispolvero” e nella selezione degli argomenti. Tra l’altro, con la modalità telematica, è ancora più importante saper esporre alla perfezione il tuo tirocinio: nel Quaderno troverai spunti per iniziare a impostare il tuo discorso di presentazione!

 

PRESENTAZIONE

 

– Il Quaderno di Preparazione non è un semplice libro, ma uno strumento innovativo che ti guiderà passo per passo nello studio per l’Esame di Stato di Psicologia. Sarà una sorta di “diario di viaggio” e un piacevole compagno di studi! 🥰

È strutturato in modo da addentrarti gradualmente nella marea di informazioni e materiali che incontrerai, permettendoti di costruire una solida mappa mentale con cui sostenere tutta la mole di conoscenze di cui avrai bisogno!

Troverai dunque elenchi degli argomenti importanti da sapere, schemi e scalette delle prove, consigli e indicazioni che ti aiuteranno ad inquadrare il tutto in un insieme coerente!

 

– Come anticipato nelle presentazioni sui siti, qui non troverai “contenuti” intesi come definizioni, autori, teorie, metodologie, ecc.. Quelli li recupererai da altre fonti: libri di testo dei corsi universitari, appunti, slide, file scaricati da Internet, o altri manuali specifici per l’Esame di Stato. Questo per una questione pratica (ci vorrebbe un’enciclopedia per raggruppare tutto!), ma più che altro per stimolarti a scoprire i “tuoi” contenuti, quelli più adatti a te sulla base del tuo percorso di studi, degli interessi attuali e delle prospettive future. Più avanti capirai meglio cosa intendo.

– Il punto di forza di questo strumento è appunto la flessibilità alle esigenze personali: ti condurrà nella raccolta degli argomenti in maniera progressiva, e attraverso l’auto-compilazione avrai modo di tenere traccia della tua preparazione. 

Tale possibilità di personalizzazione è proprio ciò che lo differenzia da tutti gli altri strumenti in circolazione! 

Inoltre, è l’unico a contenere indicazioni specifiche sullo svolgimento della prova in modalità telematica!

 

– Tieni presente che alcune parti sono chiaramente ancora ispirate alla “modalità classica”: nonostante adesso l’esame si svolga totalmente in forma orale, queste sono comunque necessarie e utili a capire i fondamenti da cui esso “nasce”, che sono tuttora le basi su cui i commissari potrebbero strutturare la prova. Inoltre, ti faranno capire il senso degli altri manuali che utilizzerai, che sono impostati per gli scritti, facilitando i parallelismi. 

– Con la nuova normativa ufficialmente non c’è più una suddivisione esplicita, ma terrò comunque la denominazione e la distinzione “per prove” (che indicherò “tra virgolette”, e a volte le chiamerò anche “aree”). 

Ovviamente non vederle come quattro prove da svolgere in ordine cronologico, ma come aree concettuali a cui si possono ricondurre le possibili domande da parte dei commissari, e che all’esame verranno “fuse” in un unico colloquio.

 

– Questa edizione è rivolta a chi vuole prepararsi per la prima sessione del 2022. Alcune informazioni riportate si rifanno a ciò che è emerso nelle scorse sessioni: con le dovute accortezze, ti potranno tornare utili come base di partenza. I riferimenti degli anni precedenti sono però da intendersi come puramente indicativi. Considera infatti che le commissioni cambieranno, ed ognuna di esse deciderà come impostare l’esame e avrà “il suo stile”.

– Il non avere certezze su questo esame è una cosa molto comune e che può generare smarrimento e frustrazione, soprattutto all’inizio. Ma non preoccuparti se non ti è chiaro tutto subito: man mano recupererai le informazioni di cui hai bisogno! 

In particolare, quando avrai interiorizzato gli schemi delle “prove”, l’EDS ti sembrerà molto meno problematico. 

A quel punto sarà necessario uno sforzo mnemonico non indifferente, ma il peggio sarà passato!

– Non è stato facile creare una guida che valesse per tutti, data l’estrema diversità di impostazioni d’esame che hanno caratterizzato le sessioni online, ma spero che i miei sforzi ti aiuteranno ad emergere dalla confusione che da sempre circonda l’EDS, e che è aumentata con la modalità telematica!

 

Note introduttive

Il presente manuale si compone di quattro macro-sezioni:

– nella prima vengono fornite informazioni preliminari per poter avere una visione globale dell’Esame di Stato;

– nella seconda capirai in cosa consiste la prova nelle sue varie aree;

– nella terza sono riportate le attività e il Codice Deontologico degli Psicologi;

– nella quarta ci sono alcune indicazioni conclusive.

– Ti anticipo che all’interno del testo userò spesso parole quali “generalmente”, “solitamente”, “tendenzialmente”, ecc… Questo per ricordarti che ogni informazione non può essere considerata valida in senso assoluto! Capirai che nell’Esame di Stato di Psicologia ci sono degli elementi ricorrenti, ma anche che essi non derivano da regole universali, bensì da convenzioni che si sono sviluppate nel corso degli anni (spesso a seconda delle diverse sedi). Considera però che sono suscettibili di cambiamento, quindi abituati già all’idea che è necessaria una certa flessibilità. 

– Abituati anche al fatto che dovrai fare “avanti e indietro” sia su questo Quaderno che sull’altro materiale che avrai a disposizione: nella preparazione per l’Esame di Stato è impensabile seguire un percorso di apprendimento perfettamente “lineare”, ma dovrai piuttosto procedere in maniera “circolare”, ritornando su alcuni punti quando necessario. Per cui non stupirti quando incontrerai delle “ripetizioni”: serviranno per ribadire i concetti importanti e a fissare le informazioni da tenere bene a mente.

 

Nota per modalità telematica. A causa dell’emergenza sanitaria, come già saprai, nelle sessioni del 2020 le classiche quattro prove sono state convertite in un’unica prova orale in modalità telematica. Le commissioni sono state costrette a ripensare agli aspetti della classica modalità di svolgimento, e ciò ha inevitabilmente comportato notevoli modifiche. Se già prima non era semplice capire in cosa consistesse l’EDS, ora si sono aggiunte ulteriori difficoltà.

La principale questione da notare è che c’è stata una macro-differenza tra le modalità di conduzione da parte delle varie commissioni: alcune avevano deciso di impostare l’esame approfondendo il discorso sul tirocinio (e sul codice deontologico), altre avevano preferito proporre una “modalità classica in miniatura” ponendo domande per ciascuna delle quattro precedenti prove (toccando argomenti che potevano essere più o meno attinenti al tirocinio).

Anche nel 2021 la prova è stata svolta online, e, rispetto all’anno precedente in cui diverse commissioni avevano incentrato l’esame sul tirocinio, molte hanno proposto la suddivisione per prove, in maniera più o meno esplicita. 

E in diversi casi le interrogazioni sono state “un misto” tra queste due modalità principali.

Se generalmente le sedi tendono a mantenere una certa continuità nel corso degli anni, per il 2021 invece le impostazioni d’esame sono cambiate nella maggior parte di esse! In alcuni casi differivano anche tra le commissioni dello stesso Ateneo!

Gli esaminandi sono rimasti spiazzati da questa cosa, e, nonostante non sia possibile recuperare statistiche precise, si può notare che in alcune sedi il numero di bocciature è aumentato in maniera evidente! 

Le commissioni erano diventate in generale più esigenti, rendendo l’esame più difficile (lo potete leggere in alcune chat, di cui riporto un’esclamazione significativa: “Il sogno della replica dell’esame dell’anno scorso si è ormai infranto!”) 😱 

In altre parole, molti commissari non avevano condotto l’esame come i loro predecessori nelle sessioni precedenti, cogliendo così alla sprovvista molti/e candidati/e (che non avevano letto il Quaderno 😉)!

Non vi dico queste cose per spaventarvi, ma per convincervi a prendere sul serio lo studio e ad ampliare le vostre conoscenze di base, in modo da non farvi trovare impreparati al momento dell’esame!

– Infatti, il D.M. 238 recitava: “Nel prevedere apposite modalità a distanza per lo svolgimento degli esami, gli atenei garantiscono che la suddetta prova orale verta su tutte le materie previste dalle specifiche normative di riferimento e che sia in grado di accertare l’acquisizione delle competenze, nozioni e abilità richieste dalle normative”. 

Tra l’altro, ciò è ribadito allo stesso modo anche nell’articolo 10 dell’Ordinanza Ministeriale di quest’anno!

 

– Anche per questo conviene cominciare a prepararsi partendo comunque dall’impostazione classica: ciò ti consentirà di studiare con ordine, e di avere le basi per qualsiasi tipologia di esame. Inoltre, ti permetterà di imparare le terminologie con cui descrivere il tuo tirocinio (senza di esse, iniziare a prepararsi il discorso potrebbe essere più complicato). 

Facendo così ti risulterà più facile adattarti alle disposizioni specifiche della tua commissione, indipendentemente da quali saranno!

– È importante considerare fin da subito che questa nuova modalità “obbliga” a prepararsi nella maniera più confacente al proprio percorso, e non certo “standardizzata”. 

Ma non farti spaventare dalla maggiore “fluidità” del nuovo esame! 

– Seguendo le indicazioni presenti nel Quaderno riuscirai ad adattarti a tutte le varie evenienze! Non è come altri manuali con “argomenti preconfezionati”, anzi, è pensato proprio per stimolare lo studio personale e per aiutarti ad organizzare il lavoro. 

Inoltre, permette di avere in breve tempo una chiara panoramica dell’esame, cosa quanto mai essenziale, visto che gli argomenti saranno concentrati in un unico colloquio: sviluppare una buona “metacognizione” dell’EDS è il primo passo da compiere! 

 

Sarà come avere delle solide fondamenta sulle quali costruire la preparazione, per poi saper spaziare agevolmente da un concetto all’altro, proprio come dovrai fare all’esame!

Visto che il Quaderno è uno strumento molto particolare, ecco cosa si può trovare e cosa no. Eventualmente, se hai dei dubbi, contattami pure tramite Whatsapp!

 

Cosa NON troverai:

– temi, progetti o casi svolti

– giudizi su sedi più facili o più difficili (le commissioni cambieranno)

– “previsioni” sull’esame del 2022 (nessuno può farle)

– nomi di test o questionari (ognuno deve recuperare quelli specifici del suo ambito)

– indicazioni “precise” sul discorso di tirocinio (prendendo spunto dai punti essenziali sarà da creare in maniera personalizzata)

– testimonianze degli orali (ne puoi trovare qualcuna nel sito, oppure contattami)

 

Cosa troverai:

– indicazioni sullo svolgimento dell’esame in modalità telematica

– suggerimenti di base per preparare la relazione sul tirocinio

– risposte alle domande frequenti sull’EDS

– elenchi degli argomenti più importanti da conoscere

– scalette e schemi di riferimento

– informazioni emerse dalle scorse sessioni, e altro ancora

Leggi le recensioni e l’avvertenza! Che poi non vorrei vedere recensioni negative da parte di chi lo prende senza comprendere il senso del testo! 🤦‍♂️

Oppure puoi leggere la descrizione del Quaderno e acquistarlo direttamente ➡️ su Amazon ⬅️ 

 

Anche se è stato un lavorone scriverlo e adattarlo ai continui cambiamenti dell’esame, ho deciso di tenerlo a un prezzo che vada incontro al maggior numero di candidati: 25 euro, spedizione compresa!

PS: anche se hai Prime ci vorranno almeno un paio di giorni affinché ti arrivi perché viene stampato su richiesta. Negli altri casi ci metterà circa 5-6 giorni (o anche meno).

 

Buono studio! 😊