Esame di Stato di Psicologia 2024

Prova Pratica Valutativa Psicologia 2024

Prova Pratica Valutativa Psicologia 2024

In questa pagina saranno riportati gli aggiornamenti per quanto riguarda la Prova Pratica Valutativa (PPV) di Psicologia.

:::::::::::

Per comprendere meglio ti invito a leggere prima la guida per l’esame in generale, sulla prima sessione o sulla seconda sessione.

:::::::::::

NB: Per l’EDS si parla sempre di sessione “estiva” e “invernale”, mentre le PPV possono avere anche le sessioni “primaverili” e “autunnali”: ciò dipende dai singoli regolamenti di ciascun Ateneo.

:::::::::::

La Prova Pratica Valutativa si distingue in due tipologie:

la dovranno svolgere sia i candidati che hanno svolto il Tirocinio Pratico Valutativo da 750 ore, sia gli studenti dei corsi abilitanti.

:::::::::::

Dal Decreto n.567 del 20/06/2022: “Ai sensi dell’articolo 7, comma 1, della legge 8 novembre 2021, n. 163, coloro che hanno conseguito o che conseguono la laurea magistrale in Psicologia in base ai previgenti ordinamenti didattici non abilitanti acquisiscono l’abilitazione all’esercizio della professione di psicologo previo superamento di un tirocinio pratico-valutativo e di una prova pratica valutativa”.

 

Dal Decreto n.654 del 05/07/2022: “Ai sensi degli articoli 1 e 3 della legge 8 novembre 2021, n. 163, l’esame finale per il conseguimento della laurea magistrale in Psicologia – classe LM-51 abilita all’esercizio della professione di psicologo. A tal fine il predetto esame finale comprende lo svolgimento di una prova pratica valutativa delle competenze professionali acquisite con il tirocinio interno ai corsi di studio, volta ad accertare il livello di preparazione tecnica del candidato per l’abilitazione all’esercizio della professione, che precede la discussione della tesi di laurea”.

 

 

Alcune indicazioni

Semplificando, chi ha svolto o sta svolgendo il Tirocinio Pratico Valutativo deve svolgere la cosiddetta Prova Pratica Valutativa.

Chi ha fatto il tirocinio professionalizzate secondo la vecchia normativa deve svolgere l’Esame di Stato (tutto questo salvo eccezioni, perché ci sono state indicazioni differenti su chi aveva richiesto la riduzione dalle 1000 alle 750 ore. Comunque, ora la situazione si è “stabilizzata”, e l’EDS è praticamente riservato a chi ha svolto il “classico” tirocinio professionalizzante della durata di un anno, la PPV per gli altri).

Ci sono state informazioni poco chiare in merito alla PPV perché il 2023 è stato il primo anno in cui si è svolta. Inoltre, essendo che la gestione è lasciata alle singole Università, ci sono decine di regolamenti diversi, ciascuno con le sue specificità.

Nel 2024 in alcune sedi iniziano le prime PPV anche dei corsi abilitanti. Queste possono avere delle tempistiche differenti dalle altre PPV.

 

C’è dunque molta confusione riguardo agli aspetti burocratici, perché ogni sede ha le sue direttive, e si deve fare riferimento alle indicazioni ufficiali presenti nei siti di Ateneo.

Inoltre, è importate tener presente che le tempistiche delle PPV non saranno necessariamente coincidenti con le sessioni estive e invernali dell’EDS, ma in alcuni casi si avranno anche sessioni primaverili e autunnali. Per esempio in qualche sede la prima sessione potrebbe quindi iniziare ad aprile o maggio, e la seconda a settembre o ottobre.

 

NB: Solitamente si è sempre potuto scegliere la sede per fare l’Esame di Stato, e con la modalità telematica ciò è stato ulteriormente facilitato. Con la Prova Pratica Valutativa ci sono delle limitazioni sulla base dei singoli regolamenti, che sono riportate negli avvisi di ammissione di ciascun Ateneo. 

La tendenza delle sedi è di riservare la PPV a chi si è laureato e/o ha svolto il tirocinio con loro. Quindi alcune non accetteranno candidati provenienti da altri Atenei. Questo può portare difficoltà ai candidati di quelle che non sono mai state sedi di EDS, tra cui le telematiche, ma si è visto che ormai tutte si stanno organizzando.

Nei contenuti la PPV è praticamente come l’EDS, e ciò è stato confermato dalle sedi in cui si è svolta. Questo discorso vale in linea generale: la differenza la fanno sempre le singole commissioni!

:::::::::::

La pagina sarà aggiornata man mano che ci saranno novità!
:::::::::::
Per maggiori informazioni leggi gli aggiornamenti sul 2024

A questo link puoi trovare i decreti attuativi che normano la Prova Pratica Valutativa.

In questa pagina trovi le Sedi della Prova Pratica Valutativa ⬅️

L’Esame di Stato di Psicologia è una prova da superare per ottenere l’abilitazione necessaria per potersi iscrivere all’Albo degli Psicologi, e quindi per poter svolgere la professione. Adesso si svolge anche la cosiddetta “Prova Pratica Valutativa” (PPV). Burocraticamente è una cosa distinta, ma a livello di contenuti non presenta praticamente differenze dall’attuale Esame di Stato (EDS). Ciò si è potuto confermare dalle sedi che hanno già iniziato e terminato le prime sessioni di PPV. Detta in breve, la Prova Pratica Valutativa è l’Esame di Stato con un altro nome, ed è riservata a coloro che hanno svolto il cosiddetto Tirocinio Pratico Valutativo.
 Quasi tutte le indicazioni e riflessioni sull’EDS presenti nel Quaderno varranno quindi anche per la PPV, e quando nominerò l’Esame di Stato sarà sottinteso che mi sto riferendo anche alla Prova Pratica Valutativa. Sitemap